Villa Cassano, ultima piazza e fiammella ancora accesa

Altin Shala sarà allenatore e giocatore del Villa Cassano

Ultimo posto in classifica per il Villa Cassano, con soli 7 punti in cascina in 13 partite giocate. Troppo poco per pensare di salvarsi, visto che la proiezione dice 14 e con questo bottino… il destino è segnato. Due sole vittorie, numeri che non infondono fiducia, eppure… Qualche scalpo illustre c’è stato, segno che si può sperare.

Cosa va e cosa non va

Un punto all’esordio, poi due scalpi eccellenti. La vittoria nello scontro diretto contro l’Olimpia Ponte Tresa e il sucesso impensabile di Saronno. Tre punti fondamentali, altrimenti la stagione del Villa Cassano sarebbe già stata segnata. 12 gol all’attivo, peggior attacco del girone. Vero che le difese vincono i campionati, ma servono anche i gol degli attaccanti per mantenere la categoria. E di gol, finora, ne sono stati segnati pochi in un reparto che non ha un vero e proprio leader offensivo. Ecco trovata, in primis, la lacuna che non può far stare sereni.

Shala allenatore giocatore, ma non basta

Prima Paolo Rivolta, poi le dimissioni e la scelta di puntare su Altin Shala nel ruolo di giocatore e allenatore. Ma l’esperto centrocampista non può fare miracoli avendo una rosa che ha dei limiti evidenti. Il Cas dista 4 punti, Olimpia e Solese 5. Questa distanza minima dà fiducia, ma serve subito un’inversione di tendenza nel girone di ritorno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui