Gavirate: “Alzare l’asticella mantenendo la nostra identità”

Il Gavirate in posa in vista della stagione 2021/2022

Giornata di presentazione in casa Gavirate. I rossoblù, che da lunedì stanno lavorando presso il loro centro sportivo agli ordini di Christian Caon, si sono ufficialmente presentati alla stampa. A fare gli onori di casa il presidente Massimo Foghinazzi, con il direttore generale Fabio Fumagalli. Insieme al mister e al nuovo capitano Giuseppe Miele. Tutti, all’unisono, hanno confermato come sarà importante alzare l’asticella. “Perché da settembre si tornerà a fare sul serio e, rispetto ad aprile e maggio, i punti conteranno”.

Foghinazzi: “Ci consideriamo una neopromossa”

Così il numero uno del Gavirate Massimo Foghinazzi: “Ripartiamo con la consapevolezza di aver allestito una buona rosa. Ma, al tempo stesso, sappiamo che poco più di un anno fa eravamo in Promozione. Siamo di fatto una neopromossa, è di fatto la prima esperienza in Eccellenza. Bisognerà capire il nostro livello nella categoria per continuare a crescere. L’obiettivo principale è quello di mantenere la categoria, altrimenti si andrebbe indietro anziché fare un passo avanti”.

Fumagalli: “Inseriti giovani di qualità e la punta”

Il direttore generale Fabio Fumagalli parla invece di mercato: “Abbiamo confermato tanti giocatori ma andava comunque fatto qualche innesto. Cercando giovani di qualità per alzare il tasso tecnico in uno spot fondamentale. L’obiettivo primario, poi, era la punta centrale. Denis (Besirevic, nda) l’abbiamo potuto valutare in video e con una serie di conoscenze. Soprattuto dal punto di vista umano perché a Gavirate si sceglie prima l’uomo e poi il giocatore. Cercavamo una punta, sì, ma che si adattasse agli schemi di gioco di mister Caon. Chiaro che poi ci aspettiamo i gol, ma siamo contenti di questa operazione. Avevamo già un’ottima base, ora potremo ancora fare qualcosina ma abbiamo ancora tempo per migliorare ulteriormente”. Fumagalli parla poi della scelta di Miele come capitano: “Giuseppe è una persona fidata, che è qui da tanto tempo e merita di indossare la fascia della nostra squadra“.

Caon: “Livello alto, dovremo alzarlo anche noi”

Il tecnico Christian Caon parla, infine, della sua squadra: “Stiamo procedendo bene, c’è tanto entusiasmo e disponibilità. Cercheremo di fare integrare i nuovi, che non sono tantissimi anche se qualche novità c’è e va inserita. L’obiettivo primario, quindi, è quello di trasmettere la nostra identità che è ben precisa. È quella che cercheremo di portare su tutti i campi della categoria, con i nostri pregi e i nostri difetti. Cercando, però, di essere anche elastici e camaleontici, bravi a cambiare anche in base alla forza dell’avversario. Per poter fare ancora più male. Anche perché, da settembre, il primo obiettivo è quello di portare a casa i punti“.

Caon parla poi del livello della nuova Eccellenza: “Mi sembra molto alto, otto o nove squadre hanno fatto acquisti significativi. Da parte nostra mi aspetto di continuare il lavoro iniziato a marzo/aprile. Dal mio punto di vista, ho la fortuna di essere in una società che ha la capacità di programmare. Ha mantenuto le sue parole e il 75% della rosa. Ma serve alzare l’asticella per mantenere la categoria, migliorando gli aspetti dove non siamo stati bravi nell’ultimo format”.

La nuova maglia del Gavirate nell'anno del centenario
La nuova maglia del Gavirate nell’anno del centenario
Un momento della conferenza stampa del Gavirate
Un momento della conferenza stampa del Gavirate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui