Cantello Belfortese 2022 anno della rinascita?

Doveva essere un anno meno tribolato per una Cantello Belfortese che naviga in cattive acque e vive una crisi di risultati inattese. L’arrivo in panchina di mister Caporali non ha pagato dividendi ad oggi ma dal mercato si nota come la società voglia porre basi per un 2022 solido e che allontani lo spettro della lotta salvezza.

In attesa della punta ecco una nuova difesa

Cantello Belfortese attivissima sul mercato in uscita e in entrata. Partiti due veterani come Michele Italiano che saggerà dopo anni la Promozione con il Morazzone, e un titolarissimo come Davide Di Bari (finito all’Arsaghese, sono iniziati i colpi. Per una squadra che deve ripartire dalle fondamenta non potevano che essere due acquisti in difesa. A rinforzare un reparto che ha già subito 20 gol sono arrivati Davide Passera ’99 ex arsaghese e per Luca Rosadini ex prodotto del settore giovanile del Varese visto a Brebbia prima dell’esperienza elvatica con il Malcantone.

Serve ora un colpo in attacco visto che 11 gol all’attivo posizionano il reparto al terzultimo posto del campionato al pari di San Marco e meglio solo di chi sta peggio in classifica: Antoniana e Jeraghese. a peggiorare la situazione l’addio al calcio di Jacopo Moretta giocatore di talento che lascia per motivi di lavoro.

E c’è anche la punta!

Sarà Giuseppe Mastropietro il nuovo attaccante dei biancorossi. Classe 1996, dopo tre anni e mezzo al San Michele (portato dalla Seconda categoria alla Prima), è pronto ora per una nuova avventura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui