Arsaghese ti mancano solo i gol

Tempo di presentazione in casa Arsaghese

L’Arsaghese inizia il 2022 come una squadra partita per lottare in ottica play off e che resta aggrappata con le unghie all’obbiettivo.

Arsaghese: cosa va e cosa non va

La pausa invernale pare una benedizione ad un Arsaghese reduce da soli 4 punti nelle ultime quattro gare disputate. Vitale fare bottino pieno nel recupero della gara contro il San Michele per riportarsi a -5 dalle vetta.

La formazione biancorossa pare eternamente alla rincorsa: prima della giusta condizione atletica, poi di un equilibrio dopo le uscite di giocatori di spessore come il portiere Antonino Noto, del centrale Davide Passera e della punta Fabrizio Alessi. Nonostante gli intoppi il tecnico Pierluigi Contaldo pare riuscire sempre a trovare una quadra come nell’esperimento riuscito di un Mattia Binda adattato a centrocampista centrale per ovviare alle assenze nel ruolo.

Buoni i numeri anche di una difesa che con 13 gol al passivo è la prima del campionato (al pari di una Valceresio che ha però una gara in più) pare quindi chiaro il reparto che necessità di un miglioramento.

Nel 2022 servono i gol

Tra le noto più liete del girone d’andata c’è un Daniel Agrello protagonista con la solita tecnica e ben 4 gol. Un apporto importante per un reparto che complessivamente ha messo a segno solo 16 gol in 13 gare. Per scalare la classifica serviranno gli straordinari per Loris Vendemmiati e Andrea Falsaperna autori fin qui di 9 reti complessive.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui