Varesina e Vergiatese, le assenze in attacco pesano

Spilli e Marzio, tecnici di Varesina e Vergiatese
Spilli e Marzio, tecnici di Varesina e Vergiatese

Varesina e Vergiatese hanno vissuto, questa domenica, un’altra domenica complicata dal punto di vista offensivo. Secondo 0-0 consecutivo sia per i ragazzi di Marco Spilli che per quelli di Alessandro Marzio. Che, sui rispettivi attacchi, avevano riposto grandi speranze. Ma che, nei primi 270 minuti di campionato, hanno raccolto poco. Attenuanti? Sì, ma anche una stagione che impone una svolta più che mai immediata.

Varesina e Vergiatese, l’analisi delle due squadre

Qui Varesina

Dopo il pareggio senza reti a Lazzate, quello contro il Varzi. Due big, sia ben chiaro, per questo due punti che vanno pesati. Come ha fatto Ferdinando Fedele che, ieri, ha sostuito lo squalificato Spilli in panchina: “Questi due pareggi dimostrano che siamo una squadra solida. È importante creare i presupposti per fare gol e l’abbiamo fatto. Quando i nostri attaccanti entreranno in condizione torneremo a fare gol“. Già, perché sul giudizio pesano le assenze. Sarr è tornato ma è lontano dalla forma migliore, Erbini ha giocato ieri uno scampolo di partita. Sogno è stato protagonista in una partita, ma ha nuovamente alzato bandiera bianca.

Qui Vergiatese

Dopo il pari del Parisi a Voghera, quello interno contro la Calvairate. Il terzo, visto che anche a Varzi arrivò un 1-1 all’esordio in campionato. Alessandro Marzio, comunque, pensa positivo: “Perché quando non si vince, bisogna anche essere bravi a non perdere. Dobbiamo essere più lucidi davanti alla porta, anche se penso che la prestazione ci sia stata”. Anche per il tecnico granata attenuanti da infortuni. Giacomo Mammetti, in panchina per onor di firma a Voghera, domenica ha giocato mezzora. Pedergnana da prima punta è sacrificato, il recupero della punta laziale indispensabile per trovare il giusto assetto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui