Varesina, andata spuntata. Ma con la difesa si vince

La Varesina festeggia una vittoria stagionale (foto Scaringi)
La Varesina festeggia una vittoria stagionale (foto Scaringi)

Potenzialmente prima, eppure quarta la Varesina ha saputo rispettare le attese ma non è stata “l’ammazza campionato” che tutti si aspettavano. La squadra di Marco Spilli ha conquistato 25 punti nel girone d’andata dove, però, ha giocato tre partite in meno. 12 gare giocate e tre punti di distanza dalla vetta, per questo le Fenici possono sentirsi oprime. Ma, come si dice in questi casi, le partite vanno sempre giocate.

Cosa va e cosa non va

10 gol in 12 partite giocate, la Varesina è la miglior difesa del girone A. Potenzialmente, vedendo il ritmo tenuto in questa prima fase del campionato, anche al netto delle gare da recuperare. Proprio la solidità difensiva ha permesso alla squadra di Venegono Superiore di essere ai piani alti. D’altronde, il detto popolare vuole proprio le difese componente fondamentale per vincere i campionati. E l’attacco? Vende i biglietti, ma quello della Varesina fin qui ha steccato. Già salutati Mario Erbini e Santiago Sogno, rimpiazzati sul mercato invernale, spesso Spilli si è dovuto inventare tridenti leggeri causa infortuni. Ora, però, bisogna svoltare per dare una vera accelerata.

Claudio Poesio il top player

Qualcuno aveva dubbi? Già in estate è stato il colpo dell’estate, anche se il centrocampista nativo di Voghera si è schernito sostenendo come dovesse essere il campo a dimostrare. E il campo lo ha dimostrato. Cinque gol in campionato, 7 in stagione. Potenzialmente in doppia cifra in maniera abbondante a fine anno. Già raggiunta a Voghera, Chieri e Casale in Serie D. Per la prima volta in Eccellenza, ha subito messo la sua impronta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui