Valle Olona la terra promessa è vicina

Massimo Rovellini, il suo Valle Olona parte bene in Coppa Italia Promozione

Il Valle Olona di Massimo Rovellini ad inizio stagione sognava una salvezza da centrare quanto prima e dati alla mano è sulla strada giusta.

Cosa va e cosa non va

La squadra è nel mezzo di un processo di maturazione che la vede camminare vrso una salvezza tranquilla ma ancora lontana dalle corazzate play off. Il Valle Olona pare a metà del guado, troppo incline a subire goleade (27 gol subiti, solo l’Olimpia ne ha presi di più) ma con un talento tale da battere chiunque.

Difficile pensare ad una salvezza in bilico quando puoi contare sui gol di Entoni Guarda (già in doppia cifra) e sul talento invidiabile di un Samuele Moroni rallentato da un in infortunio dopo un ottimo avvio di stagione. La sensazione è che la squadra metta un importante tassello in un progetto societario ambizioso con un campionato di metà classifica (infortuni permettendo).

Nel 2022 servono i punti “pesanti”

Rispetto al girone d’andata al Valle Olona serve fare risultato negli scontri diretti. La squadra è infatti comodamente in zona salvezza nonostante abbia perso le sfide Solese e Cas Sacconago che navigano in acque meno tranquille. Se aggiungiamo la vittoria con il minimo sforzo contro un’Olimpia in piena crisi nera si intuisce che per evitare patemi sia meglio garantirsi vittorie le che valgono doppio.

Se così fosse un pizzico di fortuna in più nelle sfide contro le squadre al vertice (l’errore dal dischetto di Guarda per il possibile pareggio contro la capolosta Solbiatese è un esempio) aprirebbe ad un girone di ritorno tutto da vivere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui