Spadafora: “Dilettanti? Stop anche a dicembre”

Il Ministro dell Sport, Vincenzo Spadafora, è intervenuto giovedì sera in apertura della puntata di Porta a Porta. Nel suo intervento, c’è stato anche spazio per il movimento del calcio dilettantistico. Non sono arrivate delle belle notizie, però, visto che Spadafora ha confermato come “non esistano purtroppo le condizioni sanitarie per poter prevedere nel nuovo Dpcm nuove riaperture per il mondo sportivo”.

“Un aiuto per questi settori”

Il Ministo dello Sport ha così proseguito: “Capisco che sarà una sofferenza ulteriore, ma conviene prepararsi ad una proroga dello stop. E in questo senso vorrà dire che aiuteremo questi settori per tutto il tempo in cui le attività rimarranno chiuse. Abbiamo dato, anche a chi non ha tutele, un bonus di 600 euro per i mesi di marzo, aprile e maggio, così pure abbiamo fatto per il mese di giugno e dal 19 novembre la società Sport e Salute erogherà il bonus per il mese di novembre che questa volta è di 800 euro. È evidente che se questi lavoratori continueranno a dicembre a non essere impiegati in queste strutture noi dovremo provvedere a ulteriori misure. E in più sarà importante garantire la sopravvivenza delle società dilettantistiche, che pagano affitti ed utenze”.

Quando si ripartirà?

Dopo le parole del Ministro Spadafora, la domanda è lecita. Scontato dover aspettare il nuovo anno, l’interrogativo rimane anche in merito alla conferenza CRL-società tenutasi in Lombardia lo scorso sabato. Impossibile, ad oggi, fare previsioni ma con uno stop plausibile per tutto il mese di dicembre vien difficile pensare a gennaio come ripresa anche solo per i recuperi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui