Serie D – Gli squalificati in vista della dodicesima giornata

Arbitro cartellino rosso - simbolo degli squalificati

Ventotto giocatori squalificati in Serie D in vista della dodicesima giornata di campionato. Dove spiccano anche i 3000 euro di multa al Breno “Per avere propri sostenitori, per la intera durata della gara, rivolto espressioni offensive, intimidatorie ed implicanti discriminazione per origine territoriale all’indirizzo della Terna Arbitrale, nonché, al termine della gara, lanciato alcuni sputi all’indirizzo di un A.A. uno dei quali lo colpiva alla nuca. Inoltre i medesimi sostenitori introducevano e utilizzavano materiale pirotecnico ( 5 petardi) che esplodeva all’esterno del recinto di gioco. Sanzione così determinata anche in ragione della palese violazione delle disposizioni normative di contenimento della pandemia da Covid-19″. Infine quattro giornate a Federico Brusaca del Ligorna ” Per avere, con il pallone non a distanza di gioco, colpito un calciatore avversario con un pugno allo stomaco. Alla notifica del provvedimento disciplinare ritardava l’uscita dal terreno di gioco”. Di seguito gli squalificati.

Girone A

Casale: Filippo Galli; Derthona: Zdravko Manasiev (seconda di tre giornate); Imperia: Nicola Ascoli (prima di due giornate), Luca Carletti; Ligorna: Federico Brusaca (prima di quattro giornate), Paolo Scannapieco; Pont Donnaz: Marco Gaeta, Jacopo Vetri; Vado: Alessio De Bode.

Girone B

Arconatese: Alessio Albini (seconda di due giornate), Marco Bianchi (prima di due giornate), Andrea Principi; Breno: Daniele Brancato, Gabriele Mondini, Mario Tacchinardi (prima di tre giornate); Brusaporto: Davide Cortinovis, Lorenzo Nozza Bielli (prima di due giornate); Caravaggio: Lorenzo Corno; Casatese: Pietro Fusi; Franciacorta: Simone Fiorentino; Sona: Edoardo Pavan.

Girone D

Aglianese: Alberto Nardi (allenatore – seconda di due giornate); Bagnolese: Emanuele Guerra (seconda di due giornate) Christian Rustichelli; Mezzolara: Manuel Garavini; Progresso: Niccolò Bagatti, Pierfrancesco Bertoli, Marco D’Amuri (seconda di due giornate)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui