Playoff Promozione? Ad oggi in Eccellenza non ci sono posti

Il Morazzone esulta, in Coppa Italia giocherà ancora in casa

Partono questo fine settimana i playoff di Promozione dopo la fine del campionato. Inizialmente quelli quelli interni al girone (seconda contro quinta, terza contro quarta, poi la finale playoff prevista per il 21 maggio), poi si apriranno gli incroci con i vari gironi di promozione. Il regolamento, infatti, prevede quattro turni. I primi due, come detto, interni al girone. Il terzo turno playoff porterà le sei vincenti a scontrarsi tra di loro in gare di andata e ritorno (28 maggio, 31 maggio). Le tre vincenti formeranno un triangolare in gare di sola andata (4, 7 e 11 giugno). Da qui si determinerà la graduatoria “per l’eventuale ammissione al campionato di Eccellenza”. Parole del Comitato Regionale Lombardia, e proprio quell’eventuale fa guardare al futuro. Quanti posti sono liberi in Eccellenza? Al momento, conti alla mano, nessuno.

Dalla Promozione all’Eccellenza. Si può sognare?

Nella stagione 2021/2022 le squadre partecipanti in Eccellenza erano 50. Ma la volontà del Comitato Regionale Lombardia, almeno per quanto detto nel recente passato, era di tornare al format a 48 squadre.

Alle 50 squadre, bisogna togliere le 3 squadre vincenti il campionato (47). Da qui, togliere anche le dieci che retrocederanno in Promozione (tre dai gironi A e C, quattro dal girone B), passando così a 37. Bisogna però aggiungere le sei squadre vincenti i campionati di Promozione, passando così a 43. In più le squadre lombarde che retrocederanno dalla Serie D, che possono essere tre, quattro o cinque (nessuna dal girone A, quattro nel girone B se il Sona non andrà ai playout, in più la Tritium sempre invischiata sul fondo del girone B). Così facendo si passerebbe a 46/47/48 squadre.

Inoltre la vincente della Coppa Italia Promozione, che si giocherà sabato tra ColicoDerviese e Cinisellese, che andrebbe in una posizione alta nelle griglie di ripescaggio.

Playoff di Promozione inutili? Non proprio, perchè qualche spiraglio c’è. In primis dai playoff nazionali di Eccellenza, dove potrebbe salire una squadra lombarda (Eccellenza B/Eccellenza C sfideranno Eccellenza A/Friuli). Oppure da ripescaggi di realtà importanti e longeve che potrebbero retrocedere dalla Serie D all’Eccellenza.

Il lungo cammino che porterà alla graduatoria di metà giugno potrebbe non portare a immediate esultanze. Guardando, poi, all’estate e alle possibili fusioni o chiusure di alcune realtà.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui