FIGC, arrivano i chiarimenti… prima della richiesta del CRL?

FIGC e CONI, a loro spetta ora il prossimo passo per l'Eccellenza

La FIGC ha pubblicato, già nella serata di giovedì, i chiarimenti riguardo al protocollo e alle indicazioni generali per la stagione sportiva 2021/2022. In particolar modo la Federazione, in apertura dei chiarimenti, precisa che “In esito alla riunione della Commissione Medico Scientifica Federale che si è tenuta il giorno 18 agosto 2021, si forniscono i seguenti chiarimenti ed integrazioni ai Protocolli FIGC per la stagione sportiva 2021/2022 del calcio professionistico e dilettantistico/giovanile/attività di base”. Una precisazione che “cozza” con la news del Comitato Regionale Lombardia. Che, giovedì, aveva fatto presente di aver inviato una missiva proprio alla FIGC. Non abbiam certezza riguardo quando è stata inviata la missiva. Ma le tempistiche fanno pensare che la FIGC era già pronta a risolvere i dubbi.

Screening iniziale facoltativo per chi ha il Green Pass

La novità sostanziale, per i dilettanti dalla Promozione in giù e per le giovanili, riguarda lo screening iniziale. La FIGC precisa che “per le attività dilettantistiche e giovanili agonistiche a livello regionale e provinciale, tale attività di screening iniziale si intende facoltativa per i soggetti in possessso di Certificazione verde Covid-19. Viceversa, l’attività di screening iniziale rimane obbligatoria per tutti i componenti del Gruppo Squadra, indipendentemente dal possesso o meno della Certificazione verde Covid-19, per lo svolgimento di attività agonistiche dilettantistiche e giovanili di livello nazionale. O, comunque, riconosciute di preminente interesse nazionale dalla Federazione o relative alle fasi finali nazionali di competizioni regionali”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui