FBC Saronno, la difesa scricchiola! 20 gol sono troppi

Un momento di gioia del FBC Saronno

Secondo posto in campionato per il FBC Saronno, pur con una partita in più rispetto a Morazzone e Castello. I biancocelesti possono essere messi sul banco degli imputati? No, verrebbe da dire, visto che si era ben consci dello strapotere della Solbiatese, prima per distacco anche senza giocare. Eppure… Che la stagione di Iacovelli e compagni potesse essere migliore è sotto gli occhi di tutti. Se qualche tempo fa avevamo analizzato l’attacco, ora sul banco degli imputati sale la difesa. O meglio, la fase difensiva.

FBC Saronno, più di un gol subito a partita

20 gol in 14 partite. Basterebbe questo dato per spiegare il momento complicato dei biancocelesti. 1,42 gol a partita di media, tanti troppi per una retroguardia che ormai da tempo ha visto l’arrivo di Giordano Giglio, un top player tra i pali. Numeri che condannano nonostante la difesa a tre dovrebbe dare maggiore stabilità. Cosa manca al Saronno? Probabilmente un pizzico di leadership al centro della difesa per fare il definitivo salto di qualità. Lo stesso Niccolò Taroni era scuro in volto dopo il gol subito contro l’Olimpia. Contro il Morazzone il morale nel post partita era migliore, ma i gol subiti ci sono stati e il giovane allenatore ha sottolineato come i troppi gol al passivo siano un dato evidente. Il paragone con la Solbiatese, anche sotto questo aspetto, è eloquente. I nerazzurri sono la miglior difesa del campionato con soli 3 (!!!) gol al passivo. In dodici partite, 0.25 gol a partita. Un dato che fa riflettere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui