Fanfulla, il primo colpo è il centrale Samuele Bettoni

Samuele Bettoni al Fanfulla ritrova Vito Cera
Samuele Bettoni al Fanfulla ritrova Vito Cera

Samuele Bettoni è il primo annuncio ufficiale da parte del Fanfulla in vista della prossima stagione. Il centrale classe 1989 ritrova così Vito Cera, che l’aveva già voluto a Legnano lo scorso anno, nella sessione estiva di mercato. Ora una nuova avventura a Lodi, pronto a vestire la maglia del Guerriero.

Il comunicato del club

Parte con il botto il mercato in entrata del Fanfulla. Perché il primo acquisto del Guerriero per rafforzare la rosa a disposizione di mister Emiliano Bonazzoli è di quelli di primaria importanza. Esperienza e leadership infatti per la difesa bianconera con l’arrivo di Samuele Bettoni.

Difensore classe 1989, mancino naturale, Bettoni è reduce dell’ennesima ottima stagione in Serie D. Forte di più di 250 presenze in Serie D, e diverse anche in Serie C, il nuovo centrale del Fanfulla ha vissuto l’ultimo campionato con la maglia del Legnano con cui ha chiuso la “regular season” al secondo posto nel girone B collezionando in tutto 27 apparizioni. Ma è tutta la carriera di Bettoni ad essere di alto livello. Cresciuto nel settore giovanile della Fiorentina, dodici anni e con fascia da capitano nel campionato Primavera, il classe 1989 approda tra i professionisti nel gennaio del 2010 all’Olbia. Le prime presenze ufficiali arrivano nel campionato successivo con la Reggiana in Serie C, mentre nel corso della stagione passa alla Sangiovannese in C2 raccogliendo altre apparizioni. Dal gennaio 2013 in poi, prima un’esperienza a Mendrisio in Svizzera, Bettoni è una presenza fissa in Serie D. Scandicci per tre stagioni, Mapellobonate, Varesina, OltrepoVoghera, per due campionati dividendo lo spogliatoio anche con Cizza, e Casale nel 2018-2019 e 2020-2021. In mezzo la Pro Sesto, con cui vince il campionato 2019-2020 da titolare. Centrale di sicuro affidamento, in passato è stato impiegato anche come esterno difensivo così come mediano viste le sue ottime qualità, oltre che nel gioco di testa (15 le reti in tutto), anche in fase di impostazione.

Un gran colpo quindi per il Fanfulla in via di costruzione, con il giocatore che non vede l’ora di iniziare.

Le prime parole di Samuele Bettoni

“Il Fanfulla è una società di grande storia e blasone e a convincermi soprattutto è stata la presenza del direttore Cera. Anche la scorsa stagione a Legnano aveva costruito un ottima squadra e infatti poi i risultati si sono visti. Altro motivo che mi ha portato a Lodi è la presenza di Cizza, sapere di averlo come compagno di squadra nuovamente ha influito molto. È una grandissima persona e un portiere straordinario. Che giocatore sono? Non mi piace giudicarmi, sarà il campo e chi mi vedrà giocare a dirlo. Io cerco sempre di dare tutto ciò che ho, trasmettendo ai miei compagni quanto serve. A livello tattico ho fatto tutti i ruoli, per me che conta principalmente è l’applicazione. In qualsiasi campionato, anche in Serie D, avere la fortuna di avere dei tifosi come quelli del Fanfulla che ti seguono ovunque è sicuramente un plus”.

La soddisfazione di Vito Cera

“Stiamo parlando di un giocatore con delle qualità importanti. Ma che mi piace sottolineare sono anche le grandi doti a livello umano che caratterizzano Bettoni, come persona oltre a quelle di calciatore. Dal punto di vista tecnico, trova pieno soddisfacimento quanto mi ha chiesto il mister che desiderava un difensore esperto, mancino e di affidamento. Con lui ho lavorato lo scorso anno a Legnano, ma già da tempo lo seguivo perché per la categoria è davvero un giocatore che può essere di primaria importanza”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui