Crema, altro innesto. Arriva l’ex Varese Oduamadi

Nnamdi Oduamadi con il presidente del Crema Enrico Zucchi
Nnamdi Oduamadi con il presidente del Crema Enrico Zucchi

Nnamdi Oduamadi è un nuovo giocatore del Crema. La società nerobianca ha ufficializzato l’arrivo dell’attaccante classe 1990 che, in passato, ha vestito anche la casacca del Milan e del Varese (tra le altre). Oduamadi ha effettuato la preparazione estiva alla Caronnese, ma non è stato poi tesserato dalla società rossoblù. Ora la firma comunque in Serie D, nel girone B, con la maglia del Crema. Per i nerobianchi un altro rinforzo dopo l’arrivo di Ferretti.

Il comunicato del club

Il Crema #rinforza la #rosa e ingaggia l’#attaccante di origine nigeriana Nnamdi Oduamadi. ‘#Odu’ vanta una lunga #esperienza in #serieA e #serieB con 179 presenze e 41 reti.

Classe 1990, il #Milan lo ha scoperto e tesserato nel 2008. Trascorre due anni nelle giovanili rossonere dove vince la Coppa Italia Primavera nel 2010 segnando 15 reti in 29 gare. La stagione gli vale la promozione in prima squadra e, sotto la guida di Mr Allegri, fa il suo esordio in serie A.

Negli anni successivi milita prevalentemente in Serie B: gioca nel #Torino, nel #Varese e nel #Brescia. Torna al Milan di Mihajlovic fino a metà stagione per poi approdare in Finlandia, all’#Helsinki. Con il club scandinavo colleziona 34 presenze e 7 reti partecipando ai preliminari di Europa League. Torna nuovamente al Milan dove resta fino al giugno 2018 per trasferirsi in Albania dove gioca nel #Tirana. Ora Nnamdi Oduamadi approda al Crema 1908. Un ulteriore potenziamento della società nerobianca dopo l’arrivo di bomber Ferretti.

Le prime parole di Oduamadi

«Sono #pronto e #motivato – commenta Oduamadi – entrerò in campo con la voglia di dare il mio contributo e ricompensare la #fiducia datami dalla società e dal mister. Ho trovato subito sintonia con i compagni di #squadra e l’ambiente nerobianco mi piace molto, mi sento a casa. Non ho mai giocato in Serie D ma so che si tratta di un campionato competitivo. Ci sono squadre forti e molti giovani desiderosi di dimostrare. Una nuova esperienza che mi stimola e mi incoraggia a dare il massimo. Ringrazio ancora il presidente Zucchi per l’importante occasione».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui