Terremoto a Bergamo, la Delegazione dà le dimissioni

Terremoto a Bergamo - Amleto Bertoletti e i consiglieri si sono dimessi (fonte foto Sprint e Sport)
Terremoto a Bergamo - Amleto Bertoletti e i consiglieri si sono dimessi (fonte foto Sprint e Sport)

Terremoto a Bergamo. Come riportato dal portale Sprint e Sport, nella giornata di giovedì la Delegazione provinciale bergamasca ha rassegnato le dimissioni, formalizzandole ufficialmente al presidente regionale Carlo Tavecchio. Il motivo di questa decisione sarebbe derivante da screzi tra Amleto Bertoletti, numero uno della Delegazione, e Gianlauro Bellani, consigliere regionale. A presentare le dimissioni, oltre al capo della Delegazione, Bertoletti, anche i consiglieri Tormena (vice), Trapletti, Ruggeri, Vitali e Maggioni.

Terremoto a Bergamo – La lettera del Monvico

“Con la presente missiva le scriventi società bergmasche affiliate alla FIGC ed associate alla Lega Nazionale Dilettanti per il tramite del Comitato REgionale Lombardia, intendono fermamente esprimere DISSENSO e GRANDE PREOCCUPAZIONE per quanto sta accadendo nella propria Delegazione e nel calcio dilettantistico regionale.

Dal 9 gennaio scorso, ovvero, all’avvenuta elezione del nuovo Consiglio Regionale guidato dal Rag. Carlo Tavecchio, tuttele società bergamasche hanno dato allo stesso la possibilità di condurre il calcio dilettantistico provinciale come ritenuto idoneo, in un clima di sportiva collaborazione.

Apprendiamo con sconcerto delle dimissioni di quasi tutti i componenti della Delegazione di Bergamo.

Innumerevoli sono stati gli episodi avvenuti in questi mesi che hanno creato malcontento e preoccupazione e che tutte noi associate abbiamo attenzionato, vivendo tale circostanza con nobile silenzio, fino ad oggi.

Oggi, intendiamo fermamente esprimere DISSENSO TOTALE nei confronti dell’operato del PRESIDENTE TAVECCHIO E DI TUTTO IL CONSIGLIO DIRETTIVO ATTUALMENTE IN CARICA che provincialmente sta crenado notevoli disservizi alle società bergamasche.

Mai avevamo vissuto a Bergamo un clima di tensione, disservizio, tirannia e vilalnia che gli stessi componenti della Delegazione hanno confermato nella loro lettera di dimissioni.

Come maila Delegazione di Bergamo è gestita da una persona che, non avendo i requisiti per ricoprire il ruolo ufficialmente, opera per nome e per conto del Comitato Regionale Lombardi ain via ufficiosa?

A tutti noi è ben chiaro che nella nostra Provincia si sta perorando un atteggiamento di distruzione di tutte quelle organizzazioni che per una vita hanno dato lustro al calcio bergamasco.

Le dimissioni della Delegazione di Bergamo, alla quale noi società rivolgiamo il pi ù sincero sostegno, sono l’indice chiaro del malcontento generale che in tutta la Regionel si è profuso in questi mesi.

Auspichiamo che le nuove nomine SIANO ASSOLUTA ESPRESSIONE DELLE ASSOCIATE BERGAMASCHE.

Si intende quindi esercitare ogni più ampio diritto per tentare di porre rimedio immediato allo sgretolamento del clacio locale al quale da mesi stiamo assistendo. Chiedendo di conferire con urgenza e celerità con le più importanti cariche istituzionali competenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui