Solbiatese, fin da subito la legge del più forte

La Solbiatese esulta dopo un gol di domenica (foto Blanco - Pagina Facebook Solbiatese)
La Solbiatese esulta dopo un gol di domenica (foto Blanco - Pagina Facebook Solbiatese)

La Solbiatese è la squadra più forte del girone A di Promozione. Non un interrogativo, ma un’affermazione. Senza se e senza ma, perché i novanta minuti di domenica al Chinetti, nel big match (rimasto tale, di fatto, fino al fischio d’inizio) contro il Saronno sono già stati sentenza. Parola “vietata”, probabilmente, in casa rossoblù visto che in casa Solbiatese non si erano fatti drammi assoluti dopo la sconfitta di Morazzone né voli pindarici dopo la gara di campionato. Però…

Anzano-Scapinello-Torraca, tridente d’oro

È bastato ritrovare i pezzi di un puzzle ricchissimo per tornare ad essere corazzata. La Solbiatese, con il tridente Anzano-Scapinello-Torraca, si è dimostrata arrembante in attacco e non solo. La sicurezza che danno i tre attaccanti esperti ha, inevitabilmente, dato fiducia a tutta i compagni. Che ha approciato al meglio la partita, quasi a voler dimostrare di essere la squadra più forte. Una consapevolezza, acuita da un atteggiamento troppo difensivo da parte del Saronno. Che, anche per voce del tecnico Taroni, ha avuto troppo rispetto dell’avversario. Insomma, tra le due squadre si è visto un abisso e se i biancocelesti sono davvero la seconda forza del campionato…

Due gare per “ammazzare” il campionato?

Mercoledì ci sarà la Coppa Italia, ma Pierluigi Gennari potrebbe dare spazio a tante seconde linee visto che i nerazzurri sono già fuori dalla competizione. Poi, il campionato propone la trasferta a Morazzone e il Meda al Chinetti a inizio ottobre. Due partite che possono già dire praticamente tutto. Perché è vero che il campionato dura 30 giornate e i momenti negativi possono arrivare per tutti, ma la prova di forza dimostrata domenica è un segnale forte e da grande squadra. Se si dovesse espugnare il campo della propria “bestia nera” e battere l’altra (potenziale) favorita, la strada sarebbe tracciata.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui