Ponte San Pietro, via al ritiro con Rota e la novità Falzoni

Stefano Rota e Alessandro Falzoni, annunci in casa Ponte San Pietro
Stefano Rota e Alessandro Falzoni, annunci in casa Ponte San Pietro

È cominciato ieri, lunedì 16 agosto, il ritiro del Ponte San Pietro. I Blues hanno cominciato a lavorare sotto gli ordini di Giacomo Curioni e con due novità all’interno della propria rosa (che già avevamo inserito nello speciale di domenica 15 agosto). Si tratta di Stefano Rota e di Alessandro Falzoni. Per il primo, estremo difensore classe 2003, si tratta di un gradito ritorno per il Ponte, che aveva lasciato partire il suo portierino direzione Atalanta. Il secondo, invece, è un difensore classe 2002 proveniente dalle giovanili del Monza.

Il comunicato – Stefano Rota

Gradito ritorno in casa Blues di Stefano Rota, portiere classe 2003.

È cresciuto nel settore giovanile dell’Atalanta ad eccezione di una parentesi di due anni (2018/2019 e 2019/2020) dove ha vestito i nostri colori nella categoria Allievi.Nella stagione 2020/2021 ha disputato il campionato Primavera Under 18.

Le prime parole di Stefano: “Sono contento di essere tornato a Ponte San Pietro e spero di fare una buona stagione. Mi metto a disposizione del mister e dei compagni e spero sia per me una occasione di crescita e di miglioramento”.

Bentornato Stefano!

Il comunicato – Alessandro Falzoni

Nuovo innesto nella difesa dei Blues con l’arrivo di Alessandro Falzoni, classe 2002, può giocare come terzino destro o sinistro.

Alessandro è cresciuto nelle giovanili di A.C. Milan dove è rimasto per sette anni fino all’Under 17, nelle ultime due stagioni ha giocato con l’A.C. Monza nelle categorie Berretti e Primavera.

Le prime parole di Alessandro: “Sono felice di avere scelto Ponte San Pietro, mi hanno consigliato questa società e Mister Curioni.Sarà per me la prima esperienza con una prima squadra, metterò il massimo dell’impegno”.

Benvenuto nella casa dei Bleus!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui