Fanfulla, Ivan Greco per la linea mediana

Ivan Greco con il presidente del Fanfulla, Luigi Barbati
Ivan Greco con il presidente del Fanfulla, Luigi Barbati

Il Fanfulla ha ufficializzato un altro volto nuovo in entrata. Si tratta di Ivan Greco, duttile centrocampista in grado di giocare sia nella mediana a due che in quella a tre. Un giocatore che il tecnico Omar Nordi ha avuto la possibilità di valutare in questo precampionato. E ora la società ha messo il nero su bianco ufficializzando l’accordo con la classica foto di rito e la foto insieme al presidente Luigi Barbati.

Il comunicato del club

I tifosi del Fanfulla lo hanno già visto in azione in queste prime amichevoli. Ivan Greco però non era ancora in via definitiva un giocatore del Fanfulla.

Da oggi invece il centrocampista classe 1999 entra a far parte della rosa a disposizione di mister Omar Nordi in vista del campionato in partenza tra due settimane.

Sempre in campo, eccezion fatta per l’impegno con il Sant’Angelo, Greco in ogni singolo minuto di gioco ha messo in risalto le sue grandi qualità venendo impiegato da mediano nel centrocampo a tre o a due, da mezzala e anche in alcuni frangenti da trequartista. Duttilità e tecnica abbinate a carisma ed esperienza per il nuovo giocatore del Fanfulla.

Nonostante la giovane età infatti, Greco in categoria ha già raccolto quasi 130 presenze, frutto di quattro diversi campionati vissuti tra Pavia, Vogherese, ai tempi dell’OltrepoVoghera, Inveruno ed Este. Tutte esperienze in cui ha recitato ruoli da protagonista, venendo impiegato con costanza. Già a partire da Pavia, dove viene lanciato proprio da mister Nordi, che lo aveva allenato nelle giovanili, con cui vince il titolo italiano Allievi, e a Torino (e sempre al fianco anche di Alessandro Baggi). L’esordio ufficiale in Coppa Italia contro l’OltrepoVoghera il 20 agosto 2017, a cui segue quello in campionato del 3 settembre a Bra. Una stagione da 33 presenze in tutto, la maggior parte da titolare.

L’anno successivo il passaggio all’OltrepoVoghera dove divide lo spogliatoio con Cizza e Cominetti. Anche qui prima presenza in Coppa Italia con avversario il Fanfulla, vittorioso ai rigori il Guerriero, mentre in campionato il 21 ottobre nel 4-1 all’Adrense trova il primo gol. A questo se ne aggiunge un altro, il 31 marzo, contro la Reggio Audace. In tutto sono 35 le presenze, dieci in più rispetto a quelle racimolate con l’Inveruno nella stagione 2019-2020. Nel milanese infatti Greco si ferma a 25, ma il campionato viene fermato a febbraio per l’esplosione della pandemia.

Per la ripartenza delle competizioni ufficiali il 22enne di Torrevecchia Pia si sposta in veneto, nel girone C, dove veste nel campionato scorso la maglia dell’Este. Anche qui esperienza da titolare con 33 presenze.In estate poi il ritorno in Lombardia. Diverse squadre si offrono, ma lui sceglie di aggregarsi al Fanfulla, con cui svolge tutta la preparazione come detto. Mercoledì poi la svolta, con la chiusura dell’accordo e l’ufficializzazione di oggi.

Le parole del nuovo arrivato

“Guardo il Fanfulla e vedo una squadra giovane, con riferimenti importanti per quanto riguarda i giocatori esperti come Brognoli, Laribi, Cizza e Fabiani, bravi nel dare la loro guida e al tempo stesso mettersi a disposizione per confrontarsi. Siamo un gruppo che non ha paura di giocare. Spesso quando si è molto giovani un po’ di paura c’è, subentra il timore durante la partita di sbagliare. Invece qui si sa quello che si vuole, l’avevo intuito già i primi giorni d’allenamento e ho avuto la conferma nelle amichevoli. Si vuole sempre provare a costruire, a giocare. Questo momento lo aspettavo da un mese ormai. Ero ottimista sulla chiusura dell’accordo, la squadra ho sempre sentito che mi sosteneva. Ci tengo anche molto a ringraziare personalmente il presidente Barbati che in prima persona ha manifestato la volontà di trattenermi, un segno di grande fiducia nei miei confronti”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui