Eccellenza girone A – Top e flop della quarta giornata

Top E Flop Eccellenza - quarta giornata
Top E Flop Eccellenza - quarta giornata

Una nuova puntata con i top e flop del girone A di Eccellenza. I giocatori che si sono maggiormente distinti e chi ha vissuto una domenica amara. Ovviamente con la voglia di confermarsi la settimana successiva o di voltare immediatamente pagina.

Eccellenza – I top della quarta giornata

FILIPPO RICUPATI – CALVAIRATE – La doppietta al Gavirate mostra nuovamente le doti di un attaccante ormai maturo per la categoria. Dopo l’esperienza negli Stati Uniti, dopo il gironcino nel bresciano, Ricupati è tornato alla Calvairate per essere uno dei punti di forza della squadra di Nistri. In che modo? A suon di gol.

FIORENZO RONCARI – SESTESE – Primo in classifica dopo aver superato indenne l’ostacolo Pavia e aver vinto il derby contro la Vergiatese. Non la favorita a inizio stagione ma una squadra da tenere in considerazione e che ora è là davanti. Non vi sembrano frasi scritte già tre anni fa? Signori, applausi a un allenatore tornato a mostrare tutto il suo valore.

GABRIELE CASTELNUOVO – RHODENSE – Gesti tecnici come quelli mostrati domenica conciliano con il calcio anche a un livello più basso. Il centrocampista della Rhodense non è nuovo a gesti balistici di questo tipo (anche a Gavirate fu autore di una prodezza, anni fa). Ma la gente non si è ancora abituata e resta sempre a bocca aperta. O meglio, scatena tutta la sua gioia.

Eccellenza – I flop della quarta giornata

CRISTIAN CAON – GAVIRATE – Quattro gol al passivo e una giornata da dimenticare. Sarebbe stato ingiusto scegliere un solo giocatore di un Gavirate irriconoscibile sul campo della Calvairarte. Caon rappresenta l’emblema di una squadra che non è praticamente scesa in campo, convinti che il primo ad essere deluso sia proprio il tecnico rossoblù.

FRANCO TOSCA – VERGIATESE – La scelta di esonerare un allenatore è legittima per una società. Certo, il secondo matrimonio tra Alessandro Marzio e la Vergiatese aveva fatto ripensare al primo, burrascoso, vissuto tre anni fa. Quando, dopo la trasferta di Castano Primo, Marzio fu di fatto esonerato dal direttore generale Franco Tosca, salvo poi la mediazione di Francesco Cuscunà nel ricucire i rapporti. Il vero dubbio, quindi, risale alla scelta di agosto. C’era davvero fiducia al 100%.

ANDREA RAZZITTI – PAVIA – Un solo gol, in campionato, peraltro su calcio di rigore. Il centravanti del Pavia deve tornare in forma e, forse, anche per questo non è un mistero che i biancoblu siano comunque sul mercato. Tempo al tempo per un attaccante che in passato ha segnato, eccome. Domenica, a Castano Primo, pochi rifornimenti e una giornata complicata.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui