Villa Valle muscoli e fantasia, il probabile undici

Le ambizioni del Villa Valle in una squadra che può alzare l’asticella rispetto allo scorso anno. Tanti i volti nuovi, con alcuni giocatori che rappresentano simboli per la categoria. Senza perdere di vista l’identità bergamasca, sempre sentita nel mondo orobico. E la scelta giallorossa ha coinvolto anche la panchina. Dove Marco Bolis è tecnico di spessore, portando idee e metodo dopo l’esperienza a Caravaggio.

Punti di forza e di debolezza

3-5-2 come punto di partenza, anche se con Nicolò Crotti in mediana è facile pensare a un bel po’ di fantasia in mediana. Ecco, proprio in mezzo al campo il Villa Valle ha lavorato per avere più soluzioni. Il fosforo di Cavagna, i muscoli di Ruggeri, vero e proprio leader al Ponte San Pietro, e come detto la fantasia di Crotti. Con Baggi preziosa alternativa soprattutto in mezzo al campo. Davanti un giocatore di categoria come Bosio, al fianco di un top player assoluto come Matteo Ghisalberti. Lo scorso anno i problemi fisici a “rovinare” il primo anno in giallorosso. Ma il Ghisa è giocatore da doppia cifra, se recupererà al 100% sarà come una sorta di colpo di mercato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui