Ecco la Vergiatese: “Renderemo la vita difficile a tutti”

Su il sipario sulla nuova Vergiatese
Su il sipario sulla nuova Vergiatese

Presso la sede della Pro Loco si è alzato il sipario sulla Vergiatese in vista della stagione 2021/2022. Tanta voglia di far bene, senza porsi particolari obiettivi ma con la voglia di rendere la vita difficile a tutti. Ambizione rappresentata dal direttore generale Franco Tosca, già combattivo in vista della nuova annata: “Chi vorrà vincere il campionato dovrà fare i conti con il sottoscritto e con la Vergiatese“. Guanto di sfida lanciato per una squadra costruita su un gruppo già forgiato nell’ultimo format e ulteriormente rinforzato con colpi importanti e mirati. Presenti alla serata anche i tanti sponsor vicini alla squadra e l’amministrazione comunale capitanata dal sindaco Maurizio Leorato.

Franco Tosca: “Stagione dura, giochiamo in una sorta di D-2”

Così il direttore generale della società granata, punto di riferimento dopo gli anni da giocatore. “In primis mi auguro sia un’annata di non Covid, ultima stagione e mezza abbiamo avuto da combattere oltre che con gli avversari anche con questo tipo di situazione. Mi auguro che questa stagione possa ritornare a quella in cui eravamo abituati. Poi si deve pensare al rettangolo verde e fare tutto nel miglior modo possibile. Ringrazio i ragazzi rimasti dallo scorso anno e che hanno creduto in noi, nella società Vergiatese e nelle persone che ne fanno parte”.

Ci auguriamo di disputare un campionato onorevole, sarà un campionato molto difficile visto che il girone A di Eccellenza lo posso paragonare a una sorta di Serie D. Le società e le squadre si sono tutte attrezzate con investimenti notevoli. Noi non siamo stati da meno, abbiamo attrezzato una rosa di prim’ordine per farci rispettare e dare battaglia su tutti i campi. Di questo ne sono sicuro. Non siamo qui per dichiarare la posizione in cui arriveremo, ma vogliamo solo essere quelli che siamo”.

Giampaolo Calzi: “Sulle qualità umane non abbiamo sbagliato”

Il direttore sportivo Giampaolo Calzi è carico, alla sua prima stagione nel nuovo ruolo dietro la scrivania. “Per me è il primo anno da direttore sportivo. Franco Tosca mi scoprì 20 anni fa a un torneo estivo e da lì è partita la nostra storia e la mia carriera. Ero qua col mister due anni fa e… come mi ha fatto iniziare mi ha fatto anche smettere. Scherzi a parte, mi ha dato anche l’opportunità di cominciare anche nel nuovo ruolo dietro la scrivania. Abbiamo cercato di tenere quei giocatori che, secondo noi, rappresentano un’ossatura importante per mettere altri giocatori importanti intorno. C’è una mentalità forte e la giusta alchimia. Sulle persone è difficile che ci sbagliamo e su questo penso siamo riusciti a individuare gli uomini giusti”.

Alessandro Marzio: “Sono contento della nuova opportunità”

Si toglie un piccolo sassolino dalle scarpe il tecnico Alessandro Marzio. Ma, al tempo stesso, anche l’allenatore granata guarda avanti: “Dopo l’esperienza di un anno e mezzo fa purtroppo finita in maniera non positiva, sicuramente è rimasto un po’ di amaro in bocca. Abbiamo iniziato con alti e bassi poi, attraverso il lavoro, abbiamo trovato continuità ed è stato un peccato non arrivare alla fine del campionato. Quest’anno mi ha fatto piacere che il direttore mi abbia richiamato. Sono contento anche dell’arrivo di Giampaolo Calzi nel ruolo di direttore sportivo. Ci conosciamo da tempo, anche da avversari in campo, per questo ci sono i presupposti per fare bene. Dalle prime uscite penso ci sia l’umiltà giusta per fare bene. Non ci sono solo due o tre squadre per vincere il campionato ma molte di più, per questo abbiamo affrontato amichevoli toste per abituarci alla stagione”.

I leader Russo e Mammetti: “Gruppo già forte”

Così i due leader dello spogliatoio, il capitano Francesco Russo e il vice Giacomo Mammetti. “Siamo un gruppo silenzioso, ma al tempo stesso che si dà molto da fare. Parliamo poco ma vogliamo fare i fatti. Siamo rimasti perché crediamo molto nella società che ci è sempre stata vicina nei mesi scorsi. È stato facile rimanere e, al tempo stesso, abbiamo fatto in modo che i nuovi si inserissero nel più breve tempo possibile. Ma d’altronde è facile quando c’è una base come la nostra”, le parole del portierone granata. “La squadra darà del filo da torcere alle avversarie di questo campionato. Sappiamo che non sarà semplice e che sarà un campionato tosto, ma vogliamo fare sicuramente bella figura. Vogliamo portare avanti quanto costruito lo scorso anno. Forza Vergiatese”, gli fa eco il centravanti Mammetti.

La rosa della Vergiatese

Portieri: Pancini Luca (2004), Russo Francesco (1981). Difensori: Azzini Andrea (2002), Bosisio Filippo (2002), Crispo Michele (2002), De Angelis Nicholas, M’Zoughi Mohamed (2000 – Caronnese), Parini Cesare (1993), Viganotti Federico (2003). Centrocampisti: Calegari Alessandro (2002 – Olimpia Ponte Tresa), Dal Santo Luca (1997 – RG Ticino), Menga Luca (2001), Mhaimer Souhail (2001 – Club Milano), Pandiani Jurgen (1992), Resmini Raul (2002 – Ardor Lazzate), Visconti Andrea (2003), Vitulli Vittorio (1999). Attaccanti: Becerri Flavio (1998 – Caronnese), Broggi Alberto (1998 – Varesina), Gambino Gabriele (2002), Mammetti Giacomo (1988), Pedergnana Fabrizio (1998), Rando Mattia (2000 – Luino).

Le miss della Vergiatese con la nuova maglia
Le miss della Vergiatese con la nuova maglia
La dirigenza della Vergiatese con il sindaco
La dirigenza della Vergiatese con il sindaco

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui