Varese, Legnano e Castellanzese, tre furie!

Varese, Legnano e Castellanzese: tre furie!
Varese, Legnano e Castellanzese: tre furie!

Nel turno infrasettimanale appena messo alle spalle, Varese, Legnano e Castellanzese non sono riuscite a vincere. Un punto in tre, quello del Legnano, più che mai prezioso per come si era messa la partita e vista anche la caratura dell’avversario. Varese e Castellanzese, invece, hanno dovuto alzare bandiera bianca. Ma il massimo comun denominatore è stata la rabbia a fine gara. L’allenatore Ezio Rossi, il presidente Giovanni Munafò e il direttore sportivo Salvatore Asmini. Tre figure diverse all’interno di ogni società, tre messaggi differenti al termine di ogni rispettiva partita.

Varese, Legnano e Castellanzese, tre furie!

Ezio Rossi: “Siamo stati dei c******i”

Non ha usato mezze parole il tecnico del Varese, Ezio Rossi, dopo la sconfitta di Imperia: “Siamo stati dei c******i, io per primo. Perché questa squadra l’ho voluta e costruita insieme alla società. E quando regali una partita come questa… Mi fa incazzare la mancata lettura della partita, abbiamo rianimato una squadra che avevamo già battuto. Invece… Conto fino a mille e chiedo scusa ai tifosi venuti a Imperia di mercoledì. Se sono incazzati anche loro, hanno pienamente ragione“.

Giovanni Munafò: “Certi tifosi stiano a casa”

Deluso per l’atteggiamento di una parte del tifo lilla, invece, il presidente Giovanni Munafò: “Se questa è Legnano, non è la piazza che fa per me. Ci sono tifosi che, anziché incitare, prendono per i fondelli, attaccano e insultano la squadra appena qualche episodio gira male. Ecco, è bene che questi tifosi restino a casa, ho urlato loro di vergognarsi e lo ripeto anche nel post partita. Mentre ringrazio quei sostenitori che hanno spinto per novanta minuti la squadra fino a un pareggio meritatissimo”, le parole presidenziali riportate dal sito ufficiale.

Salvatore Asmini: “L’arbitro è stato decisivo”

Il bersaglio di Salvatore Asmini è, invece, il direttore arbitrale: “È stato decisivo lasciando impuniti due tocchi di mano in area avversaria. Sulla non sportività del Desenzano in occasione del gol vittoria invece, non mi pronuncio” le parole del direttore sportivo neroverde.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui