“In Svizzera niente vincolo, non aveste la regola sui giovani…”

Novazzano, formazione svizzera
Novazzano, formazione svizzera

Il tema del vincolo sportivo tiene sempre banco in Italia, così abbiamo deciso di sentire come si muove la Svizzera. Là dove il vincolo sportivo non c’è e non c’è mai stato, in particolar modo tra i dilettanti. Là dove giocano tanti ragazzi che nel loro passato vantano presenze nelle nostre categorie dilettanti. Così abbiamo sentito Christian Mantovani, direttore generale del Novazzano. Che dà un importante spunto di riflessione.

“Senza la regola dei giovani…”

“Sono convinto che le due cose siano collegate. Da noi la regola degli under obbligatori in campo non c’è, ma posso capire chi ha investito su alcuni 2002 perché ha l’obbligo di farli giocare e poi si ritrova senza da un anno all’altro. Da noi in Svizzera giocano tutti e non ci sono problemi di alcun tipo”. Mantovani spiega poi come nel calcio dilettantistico in Svizzera “quello che conta è la volontà del giocatore. Non esistono vincoli a livello professionale, figuriamoci a livello dilettantistico. È impensabile che un giocatore rischi di stare fermo un anno perché due società sono in disaccordo per il suo trasferimento”. Così, come si lavora per avere comunque continuità? “Cerchiamo di instaurare un legame forte tra società e giocatori. Che, al tempo stesso, devono calarsi all’interno della nostra realtà”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui