Prima Categoria – La top 11 della sesta giornata

La Top 11 di Prima categoria della sesta gionata
La Top 11 di Prima categoria della sesta gionata

Nuovo format per la Prima categoria. Una nuova Top 11 di un girone sempre più interessante. I migliori giocatori della quinta giornata di campionato, con una nuova guida tecnica. Nuova in tutti i sensi. In panchina, infatti, abbiamo scelto Eugenio Turri che ha raccolto il timone del Ferno raccogliendo un buon pari contro la Valceresio.

Prima Categoria – La top 11

Tra i pali Pierangelo Polimeni della San Marco. Primo clean sheet stagionale e 3 punti fondamentali per i biancoblu.

Linea a quattro difensiva partendo da Andrea Randon del Ferno. Coltellino svizzero, segna da centrocampista poi si abbassa nella ripresa esterno basso e lì lo mettiamo. A sinistra Riccardo Lovisetto del Bosto. La redenzione dopo il rigore causato è il gol del 2-1 che lancia il Bosto al secondo posto. Come coppia centrale Simone Dell’Orto della Valceresio e Francesco Castoldi dell’Arsaghese. Il primo è freddo dal dischetto pareggiando proprio il gol di Randon, il secondo è un altro difensore che che per una domanica entra nel tabellino dei marcatori.

A centrocampo Daniel Agrello dell’Arsaghese. Inizio di stagione super per un giocatore che alla qualità indubbia abbina anche una vena realizzativa raramente mostrata in carriera. Davanti alla difesa Tommaso Giardini, il centrocampista del Bosto realizza una perla da 35 metri che impreziosisce la vittoria contro l’ex imbattuta Pro Azzurra. Infine Mattia Iori. Il cuore del mediano del Luino viene premiato con una rete che incide nel primo successo stagionale della squadra.

In attacco doppio Alberto. Stefanazzi, del Tradate, compensa con 4 gol (2 in una settimana, contando il recupero) l’assenza dei una prima punta prolifica. Carraro, del San Marco, segna 5 gol in 6 gare. Servono altre spiegazioni? Infine la conferma di Andrea Pavanello. Seconda domenica in cui salva la capolista Ispra e, per questo, gli perdoniamo anche il rosso per doppia ammonizione. Ma la sua assenza, domenica, sarà pesante.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui