Prima Categoria – La top 11 della quindicesima giornata

La Top 11 dell'ultima giornata in Prima Categoria

Dura scegliere tra un Michelangelo Epifani (Bosto) che batte il Luino a domicilio tenendo vive le chance di vittoria del campionato e Moreno Giglia (Faloppiese Ronago) che batte nettamente la Pro Azzurra e avvicina i play out contro il Cantello. La classifica però pesa e optiamo per il tecnico varesino.

Matteo Arrigoni (Bosto) il 2002 tiene a galla i suoi nel primo tempo e mette le basi per un blitz pesante in ottica play off.

Tiene la capolista Ispra a tre punti di distanza la zampata in quel di Busto di un Vincenzo Di Carluccio (Valceresio) che corona la solita prova convincente. Al centro Alessandro Amonini che piazza il momentaneo 3-1 della Faloppiese Ronago sul campo della quotata Pro Azzurra Mozzate e partecipa alla goleada dei suoi. Decisamente più abbordabile sulla carta la sfida domenicale di Jonathan Vita (Ferno) che evita beffe ai suoi trovando il gol del vantaggio dei suoi nel asecondo tempo sul campo della retrocessa Jeraghese. Non segna e perde con il suo Luino un Mattia Trizio che è però uno dei migliori di suoi.

In mezzo schieriamo un 2001: Massimiliano Granata (Bosto) che chiude il match di Luino coronando una gara da protagonista. Matteo Martini (Cantello Belfortese), centrocampo giovane con il 2000 biancorosso che viene premiato per la rete che beffa la San Marco (lo 0-0 avrebbe significato salvezza) e permette ai suoi di restare davanti alla Faloppiese. Chiudiamo con un Enrico Brovelli (Ispra): sblocca il match con il San Michele che potrebbe aprire la fuga decisiva dei ragazzi di Pasetti.

In attacco partiamo da Andrea Falsaperna (Arsaghese) che dagli undici metri decide la gara con il Tradate e permette ai suoi di agganciare la Pro Azzurra al quinto posto. Stefano Verde (Ispra) una squadra iper offensiva ha sempre nel suo numero 9 un giocatore capace di far pesare i suoi gol, non banale il 2-0 che smorza le velleità del San Michele. Non chiude la gara ma sblocca e illude l’Antoniana il vantaggio lampo di Lorenzo Appiani, la squadra bustocca lascia due punti sul campo nel recupero ma tiene anche vive le chance (poche) di salvezza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui