Prima categoria, il pagellone del girone d’andata – Le rimandate

Un undici di questa stagione del San Michele
Un undici di questa stagione del San Michele

Terminato il girone d’andata è tempo di tracciare un primo bilancio di quanto messo in mostra fin qui dalle squadre del girone A di Prima categoria. Queste le squadre che sono state rimandate dalla redazione di paolozerbi.com.

Laveno Mombello

Dopo il buon campionato della passata stagione le aspettative erano basse, la partenza dei big e dello staff tecnico lasciava presagire un’annata difficile. Nemmeno la proverbiala Cassandra avrebbe previsto però un’andata da 4 gol all’attivo e due punti figli di altrettanti 0-0.

San Michele

Doveva essere un anno in cui l’obiettivo era la salvezza da conquistare quanto prima e poi togliersi delle soddisfazioni. Ecco di sorrisi se ne sono visti pochi e nonostante un cambio alla guida tecnica il 2024 si preannuncia difficile. La seconda peggior difesa del campionato è il simbolo di un equilibrio mai trovato. La vittoria all’ultimo minuto, nel derby delle squadre in crisi contro l’arsaghese alla settima giornata permette di non avere un quadro più drammatico.

Arsaghese

Dover blindare la salvezza dopo un inizio da incubo. L’arsaghese già citata dopo quel ko contro il San Michele ha avuto la forza di restare compatta e lottare. Il mercato estivo non ha portato quel peso in attacco che tanto si era cercato. I quattro risultati utili nelle ultime cinque gare interne hanno fatto intendere che il vento sia cambiato. Le sconfitte esterne contro due big contro Folgore Legnano e Nuova abbiate alimentano perfino qualche rimpianto. Rispetto alle prossime squadre nella lista la sensazione è che ad Arsago il fioretto sia stato messo da parte da tempo.

Villa Cassano

Fuori da ogni discorso play off già al giro di boa. Qualcosa di impensabile per chi pensava di poter competere per la zona nobile della classifica. Un mercato che doveva poggiarsi sulle basi solide della passata stagione e si è rivelato decisamente poco proficuo. L’aver perso tutti gli scontri diretti, eccezion fatta per la gara d’esordio con il Nuova Abbiate, fa capire che la big era tale solo sulla carta.

Luino

Manca la continuità per competere per i play off. Quasi uno spreco se puoi contare su un attacco che sfoggia il tridente Lercara, Gningue e Pavanello (ora altrove). Il giudizio è lusinghiero se consideriamo il cammino in coppa, ma senza fare altra strada o un inizio importante di girone di ritorno il rischio di finire nel limbo delle squadre con poco da giocarsi nel 2024 è altissimo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui