Marzio: “La società non ha avallato l’esclusione di Becerri”

Alessandro Marzio dice la sua sull'esonero a Vergiate
Alessandro Marzio dice la sua sull'esonero a Vergiate

Dopo la notizia del suo esonero da allenatore della Vergiatese, parla Alessandro Marzio. L’ormai ex tecnico dei granata dice la sua riguardo la decisione della società e fa capire come l’esonero sia anche frutto di un “caso” interno alla squadra. Una scelta arrivata a sorpresa, dopo che Marzio aveva rilasciato le tradizionali dichiarazioni post partita al termine della sfida con la Sestese. Da lì si capisce che Marzio non si aspettava la decisione estrema, definita “assurda, una sorta di presa in giro”.

Alessandro Marzio dice la sua

Così l’ormai ex tecnico della Vergiatese: “Una delle motivazioni che mi è stata data è quella di aver segnato un solo gol in quattro partite. E posso anche accettarla, anche se la squadra giocava bene e creava le sue occasioni. La seconda motivaazione è stata quella di non aver fatto partire titolare Becerri nella gara di oggi contro la Sestese. Ma la panchina di Becerri era una scelta punitiva per un comportamento che il ragazzo ha tenuto durante la settimana. Evidentemente la società non ha voluto prendere una posizione nei suoi confronti. Ho dovuto farlo io, perché gestisco un gruppo e di fronte a loro penso che chiunque si sarebbe comportato come il sottoscritto”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui