Lo Bello: “Ripartenza? Non prima del 21 marzo. E per il prossimo anno…”

Dario Lo Bello, consigliere del CRL
Dario Lo Bello, consigliere del CRL

Dopo le ultime elezioni del 9 gennaio, Dario Lo Bello è uno dei nuovi consiglieri del Comitato Regionale Lombardia. Oggi, il quotidiano La Prealpina, propone un’intervista al dirigente varesino. Di seguito alcuni punti importanti toccati da Dario Lo Bello, rimandando al quotidiano per l’intervista completa.

I passi per la ripartenza

Inevitabile parlare della ripartenza, in particolar modo per quanto riguarda l’Eccellenza. “I passaggi sono chiari, ovvero il riconoscimento del campionato di Eccellenza come un campionato di interesse nazionale e un protocollo sanitario ad hoc che garantisca anche la sostenibilità dei club”. Le tempistiche eventuali, però, portano almeno a un ulteriore mese di attesa. “Non sappiamo quando il Coni si riunirà con certezza. Ma ipotizzando che gli adempimenti vengano portati a termine a inizio marzo, serviranno due settimane d’allenamenti. Servono però anche dei cambiamenti delle NOIF per un campionato senza retrocessioni. Cui va dato merito alla battaglia di Tavecchio. Che campionato ci aspettiamo? Noi ripartiamo dalle 24 società favorevoli alla ripartenza, ma con adeguati aiuti economici…“.

Per la prossima stagione…

Inevitabile pensare anche alle altre categorie e a tutto il panorama giovanile: “Settembre è ancora lontano, aspettiamo il DPCM e anche tutti gli sviluppi che potrebbero esserci legati ai vaccini. Sarà difficile portare a termine i campionati giovanili, ma non è detto che un’apertura sugli allenamenti non possa essere un primo passo per avere il benestare per dei tornei estivi che possano portare sui campi da calcio in maniera concreta i nostri ragazzi”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui