Lentatese la formichina che vede la salvezza

Luca Valente, tecnico della Lentatese
Luca Valente, tecnico della Lentatese

Guardando la classifica con cui si è chiuso il 2021 la Lentatese pare proprio la formica della fiaba di Esopo. Ogni squadra che punta alla salvezza vorrebbe infatti chiudere al sesto posto (pur con una gare di vantaggio sulle prossime inseguitrici).

Cosa va e cosa non va

La cosa più positiva è il non aver mai flirtato con la zona retrocessione. Il passaggio più buio di questo girone d’andata non sono infatti i 12 gol subiti nelle ravvicinate sfide contro Solbiatese e Cantù, quanto nelle sconfitte contro Olimpia e Besnatese. Lì la squadra di Luca Valente si è trovata con 4 punti dopo altrettante giornate ma ha inanellato un poker di vittorie che ha messo a giusta distanza la quota play out.

Il rovescio della medaglia sono i passaggi a vuoto di un gruppo che statistiche alla mano sembrerebbe non poter essere dov’è. Se infatti la retroguardia paga lo scotto delle già citate 12 reti in due settimane, in attacco c’è un reparto che segna con continuità (solo due volte senza gol in campionato) ma a cui manca un vero finalizzatore visto che nei 19 gol complessivi Tagliabue e Galliani ci mettono lo zampino solo come assist e lavoro sporco in favore degli esterni Magro e Malacarne. Per alzare il talento a disposizione proprio quest’oggi il ds Ivan Fagone ha ufficializzato l’arrivo del 2001 ex Varesina Davide Canavesi.

2022 da iniziare con il piede giusto

Una buona fetta della quota salvezza la Lentatese se la giocherà nelle prima tre giornate del ritorno. Fare meglio dei 4 punti ottenuti all’andata contro Cas, Gallarate Calcio e Olimpia avvicinerebbe la squadra di Luca Valente all’obbiettivo stagionale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui