Legnano: un cognome storico giocherà al Mari

Il Legnano è un pezzo di storia del nostro calcio. Nonostante la stagione al di sotto delle aspettative fin qui la società continua a dimostrarsi attivissima.

La nuova coppia al comando nella stanza dei bottoni lilla, formata da Alessio Ferroni e Vincenzo Minguzzi, ha infatti messo a segno un colpo importante.

Arriva allo stadio Mari Alberto Picchi, pronipote di quell’Armando che rappresenta un protagonista della grande Inter di Herrera e di un calcio romantico che non c’è più.

Alberto Picchi al Legnano, il comunicato del club

Il Legnano Calcio da il benvenuto a Alberto Picchi. Il centrocampista livornese, classe 1997, arriva a titolo definitivo dal Grosseto 1919. Il giocatore approda allo stadio Mari dopo aver sfiorato il Legnano già in estate.

Il curriculum dell’atleta parla da solo. Cresciuto in un settore giovanile importante a livello nazionale, come quello dell’Empoli, ha vestito la maglia della prima squadra anche in Serie B (campionato vinto due volte consecutive con Spal ed Empoli). Alberto è pronipote di Armando, il campione (e capitano) della Grande Inter di Herrera e Angelo Moratti.

Picchi infatti dopo l’esperienza della passata stagione a Siena era stato molto vicino a vestire la maglia lilla. I buoni rapporti con il direttore generale Alessio Ferroni, e la volontà di migliorare la squadra del neo ds Vincenzo Minguzzi, hanno facilitato la trattativa lampo.

L’arrivo di Picchi coincide con la visita del presidente Emiliano Montanari alla squadra. Ieri in un pranzo coi giocatori lilla il patron ha augurato buone feste agli atleti e alle loro famiglie. Ricordando come il 2024 dovrà essere d’impegno per uscire dall’attuale zona di classifica.

Il Legnano coglie l’occasione per annunciare anche il divorzio da difensori Nicolò Severgnini e Samuele Ruggeri. A loro un ringraziamento per quanto profuso per la società e i migliori auguri per la carriera futura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui