Legnano, caso rientrato. “Uniti per la salvezza e il bene del club”

Legnano calcio
Legnano calcio

Il caso degli stipendi non pagati sembra essere rientrato in casa Legnano. Con un comunicato ufficiale, il club ha annunciato di aver trovato un intesa con i calciatori per i pagamenti dei rimborsi spese.

La prima squadra, quindi, sarà regolarmente in campo domenica al Libico di Grumello del Monte per la sfida contro la Real Calepina.

Il comunicato del club

L’A.C. Legnano 1913 rende noto di aver raggiunto in data odierna un’intesa con i calciatori della prima squadra per i pagamenti dei rimborsi spese della stagione sportiva in corso. Con rammarico per quanto accaduto in questi giorni, la società ritiene utile precisare che i ritardi sono dovuti ai passaggi di consegne tra i professionisti incaricati alla contabilità.

«Tutti gli sportivi sotto contratto – sottolinea il Presidente del club lilla Enea Benedetto – sono stati pagati. Vi sono due contenziosi legati ad altrettante multe comminate dalla società nei confronti di alcuni tesserati, colpevoli, da quanto ci è stato riferito, di un comportamento ingiurioso verso alcuni nostri sostenitori. Stiamo appurando i fatti. Entro la mattinata di domani – prosegue Benedetto – auspichiamo che i passaggi di consegne vengano terminati. La squadra, lo staff e tutti i dirigenti, uniti come sempre, onoreranno la maglia e la Storia del A. C. Legnano Calcio con la professionalità che li ha sempre contraddistinti. L’unica cosa che conta è vincere le prossime partite e siamo tutti concentrati e determinati per il raggiungimento di questo obiettivo».

L’A.C. Legnano 1913 si riserva, nelle prossime settimane, di verificare la linearità contabile della società una volta terminati i passaggi di consegne.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui