L’Arconatese è andata in letargo: 3 ko di fila

Se il 2023 ci aveva consegnato un’Arconatese in grande spolvero, capace di chiudere il girone d’andata sola al comando con 41 punti, il 2024 ci ha riconsegnato la brutta copia di una squadra che sembra essere andata…in letargo. Sono infatti già tre le sconfitte consecutive in questo anno nuovo contro Club Milano, Pro Palazzolo e Legnano, cinque gol subiti e zero segnati. Un’involuzione preoccupante che ha portato gli oroblù a subire il sorpasso in classifica da parte del Caldiero (da -3 a +4) e l’aggancio al secondo posto da parte di Piacenza e Varesina.

Qualcuno sostiene che era un rallentamento prevedibile, dal momento che i ragazzi di Livieri partono sempre forte a settembre per poi rallentare il ritmo nel periodo invernale. Se però guardiamo a un anno fa, scopriamo che le cose stanno diversamente. Infatti l’inizio di 2023 aveva visto gli oroblù in grande spolvero con tre vittorie consecutive a spese di Seregno, Casatese e Real Calepina. Curiosamente, anche allora il totale dei gol delle prime tre gare dell’anno segnava un 5-0, però in quel caso a vantaggio dei milanesi.

Se vogliono continuare a lottare per il titolo, Quaggio e compagni sono chiamati a un immediato risveglio. Domenica infatti affronteranno il Crema penultimo, poi faranno visita al Ponte San Pietro fanalino di coda. Servono sei punti per sperare di andarsi a giocare il primato nello scontro diretto col Caldiero del 31 gennaio, nel prossimo turno infrasettimanale. Diversamente il rischio sarebbe quello di dover ridimensionare le ambizioni per questo finale di stagione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui