Gli squalificati in vista di ventottesima (A-D) e ventiquattresima (B) giornata

Cartellino Rosso squalifiche

Trentanove giocatori squalificati nei gironi A, B e D, quelli di Serie D che vedono coinvolte squadre lombarde. Tris di assenze in casa Real Calepina, mentre anche la Varesina non avrà due pedine importanti a centrocampo. Tre giocatori fuori anche al Fanfulla, mentre la Giana Erminio si porta dietro le squalifiche della partita contro il Ravenna.

Spicca, poi, la sanzione per il Sant’Angelo: 2500 euro di multa e 1 gara a porte chiuse, oltre alla squalifica fino al 30 giugno per un suo dirigente (leggi in fondo la motivazione del Giudice Sportivo).

Girone A

Castanese: Andrea Battistello; Chisola: Boubacar Haidara; Derthona: Andrea D’Orazio; Ligorna: Manlio Di Masi (seconda di tre giornate), Andrea Gulli; Sanremese: Nicola Giacchino; Sestri Levante: Mirko Candiano; Stresa: Giacomo Baiardi; Vado: Christian Cenci.

Girone B

Folgore Caratese: Alessio Calacoci; Ponte San Pietro: Michele Messina (seconda di quattro giornate); Real Calepina: Federico Chiossi, German Denis, Lorenzo Vallisa; Seregno: Andrea Bosco (seconda di quattro giornate); Sona: Nicolas Perotti; Varesina: Kalagna Gomis, Luca Malvestio; Villa Valle: Elia Bortoluz (prima di tre giornate), Michele Paris.

Girone D

Bagnolese: Giacomo Riccelli; Correggese: Emanuele Galli; Corticella: Lorenzo Bruzzi, Simone Campagna, Luca Leonardi; Crema: Simone Ricozzi; Fanfulla: Samuele Bettoni, Edoardo Cizza, Umberto Gnelli; Giana Erminio: Tommaso Fumagalli (seconda di due giornate), Matteo Marotta (seconda di tre giornate); Pistoiese: Kajus Urbietis; Ravenna: Giacomo Marangon (seconda di due giornate); Real Forte Querceta: Daniele Bartolini; Salsomaggiore: Lorenzo Morigoni; Sant’Angelo: Federico Berto (terza di tre giornate), Alessio Bugno; Scandicci: Duccio Frascadore; United Riccione: Edoardo Scrosta.

SANT’ANGELO: 2500 euro e 1 gara a porte chiuse

Per avere propri sostenitori, nel corso della gara, lanciato un tubo di plastica sul terreno di gioco che sfiorava un calciatore avversario. I medesimi, nel corso del secondo tempo ed in più occasioni, profferivano espressioni discriminatorie per motivi di razza all’indirizzo di alcuni calciatori di colore della squadra avversaria creando una situazione di tensione tra il pubblico presente in tribuna.

GIANMARCO SORRENTINO: inibizione a svolgere ogni attività fino al 30/ 6/2023

Allontanato per aver fatto indebito ingresso sul terreno di gioco ritardando la ripresa della gara e profferendo espressioni offensive all’indirizzo di un calciatore e della panchina avversaria, al termine della gara, dopo essere entrato nuovamente sul terreno di gioco, protestava all’indirizzo di un tesserato avversario e lo colpiva con un violento calcio al petto contribuendo ad alimentare disordini tra i sostenitori.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui