La Top 11 – Giampaolo Calzi… è già un ds

La Top11 di Giampaolo Calzi
La Top11 di Giampaolo Calzi

Nella sua Top 11, Giampaolo Calzi ha vestito per una mezz’ora i panni del direttore sportivo. Un ruolo che gli riesce già in maniera naturale, così è stato facile disegnare una squadra degna di tale nome, in alcuni ruoli con alcuni rincalzi eccellenti. Calma, però, perché il centrocampista classe 1985 attualmente in forza al Castello, in Svizzera, ha ancora da dare sul rettangolo verde prima di passare dietro la scrivania.

La Top 11 di Giampaolo Calzi

Prima di scatenare la fantasia, alcuni capisaldi in difesa. Composta da un giusto mix di giocatori giovani e altri pieni d’esperienza. “Marco Pissardo e Mattia Menga mi hanno stupito per la loro mentalità, pur da giovani. Con Michele Ferri ed Ivan Sottini, invece, non passa nemmeno una mosca”. In mezzo al campo, poi, modalità molto simili: “Jean Lambert Evans ai tempi del Gozzano e Leonardo Galli nella mia stagione al Venezia avevano qualità confermate poi dalla loro carriera nei professionisti. Giuseppe D’Iglio e Roberto Cretaz? Qualità e la capacità di trovare con facilità la via del gol”. Il primo ora è leader a Piacenza (dopo annate super a Borgosesia e Chieri), il secondo si sta confermando anche in panchina alla guida del Pont Donnaz.

Un attacco da sogno

E poi l’attacco. “Messias. Fortissimo. Può giocare in ogni ruolo là davanti. E con lui Rolando Eugio, altro giocatore super. Davanti, poi, con due punte come Miguel Angel Magnoni e Carlos França si parte sempre con un gol segnato”. E anche qui non manca la panchina: “Luca Zamparo, capace di scalare tutte le categorie, e Luca Piraccini, duttile e decisivo”. E, a proposito di panchina, Calzi non ha dubbi: “Marco Zaffaroni, senza ombra di dubbio. Ma anche Alessandro Marzio. L’ho visto lavorare a Vergiate e non mi capacito di come nessuno abbia puntato su di lui”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui