Ghizzi è tornato cecchino e il Morazzone vola

Mattia Ghizzi bomber del Morazzone
Mattia Ghizzi bomber del Morazzone

Si era preso qualche giorno di riposo Mattia Ghizzi dopo aver timbrato il cartellino nel girone d’andata con puntualità svizzera. Quattordici gol nelle prime quindici giornate, subito a segno anche nella prima di ritorno contro il Cantello Belfortese, poi l’inusuale digiuno di 315 minuti conditi dal rigore sbagliato col Lonate Ceppino che è costato due punti ai rossoblù. Anzi 360, perché anche il primo tempo con l’Union Villa Cassano non l’ha visto protagonista come ci si poteva attendere nella sfida tra bomber con Stefanazzi.

Per riaccendere il killer instinct del bomber però è bastato poco: un cross pennellato col mancino da Vezzoli che l’ha pescato a centro area, troppo invitante per non punire la difesa che l’ha lasciato colpevolmente libero di colpire di testa. Palla che si è insaccata dopo aver baciato il palo e partita riaperta dopo un avvio in salita. Quel gol ha rappresentato l’innesco per la risalita del Morazzone, che dopo aver pareggiato con Lanza ha completato la rimonta ancora col suo numero 9. Un gol che valso i tre punti, l’aggancio a Stefanazzi in testa alla classifica marcatori ma soprattutto il ritorno al comando a pari punti con l’Olimpia Tresiana.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui