Eccellenza – Top e flop dell’ottava giornata

Eccellenza - Top e Flop dell'ottava giornata
Eccellenza - Top e Flop dell'ottava giornata

Una nuova puntata con i top e flop del girone A di Eccellenza. I giocatori che si sono maggiormente distinti e chi ha vissuto una domenica amara. Ovviamente con la voglia di confermarsi la settimana successiva o di voltare immediatamente pagina.

Eccellenza – I top dell’ottava giornata

NICOLO’ MILANI – CASTANESE – Cambiano gli interpreti, non il risultato finale. La Castanese è una macchina da gol e i suoi attaccanti sanno sempre come farsi trovare pronti. Così, non è un caso che ai primi due posti della classfica marcatori ci siano due giocatori neroverdi. Milani protagonista, pronto a “tallonare” Gibellini.

MASSIMO GIACOMOTTI – VOGHERESE – Tre partite, tre vittorie. E la sua Vogherese è da playoff. Giacomotti sostiene che le rimonte della sua squadra siano frutto del caso, ma in realtà nascondono una determinazione importante. Squadra che non si scoraggia, consapevole dei propri mezzi, determinata a risalire la china. E, ora, da playoff.

DENIS BECIREVIC – GAVIRATE – Due gol in campionato per il centravanti rossoblù, ma la griffe contro il Pavia vale tanto. Per sé e per la squadra, anche se ora c’è da confermarsi per non essere protagonisti di un campionato altalenante.

Eccellenza – I flop dell’ottava giornata

ROBERTO SALZANO – PAVIA – In difficoltà, come tutto il Pavia ad onor del vero. Ma dall’attaccante che lo scorso anno ha vinto l’Eccellenza risultando protagonista a suon di gol, i tifosi biancoblu si aspettano di più. Soprattutto dopo l’addio di Razzitti. “Chi sarà la punta da 20 gol?”, la domanda dei tifosi? Dovrà essere lui.

MARCO MOLLUSO – ACCADEMIA PAVESE – Squadra rimaneggiata ma approccio sbagliato alla partita. Piccola attenuante ma anche consapevolezza dei propri errori e, di questo, bisgona dare atto al tecnico biancorosso. Certo, la Castanese era il peggior avversario da incontrare, ma dopo la vittoria di Sesto Calende ci si aspettava tutto tranne che un’imbarcata.

MICHELL SARR – VARESINA – Due gol in otto partite giocate. In proiezione sono otto, totali, in campionato. Pochi, pochini per chi dovrà essere verosimilmente il leader offensivo specie dopo l’addio di Erbini. Anche capitan Poesio è stato chiaro: “Gli attaccanti sono determinanti per le vittorie dei campionati”. E la Varesina, quadrata e comunque terza in classifica, al momento ne ha veramente pochi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui