Eccellenza, le società fanno fronte comune sugli under

Un momento della riunione tra le società di Eccellenza
Un momento della riunione tra le società di Eccellenza

Più della metà delle società di Eccellenza si sono riunite nella sede della Leon per parlare della questione relativa agli under obbligatori nel massimo campionato dilettantistico regionale. Promotori della riunione Marco Sala, direttore generale della Leon, e Carmine Gorrasi, direttore generale della Solbiatese.

Fronte comune: due under, no al 2006 e… programmazione

La riunione arriva dopo quella svolta in seno al Comitato Regionale Lombardia, dove il presidente Sergio Pedrazzini aveva annunciato le quote per la stagione 2024/2025 in Eccellenza: un 2005 e un 2006.

La riunione di Vimercate, invece, ha visto molte società fare fronte comune: la maggioranza ha scelto per due giovani, ma che siano un 2004 e un 2005. Nel dialogo tra presidenti, direttori generali e direttori sportivi è uscita anche la possibilità in futuro di togliere questa regola vista la riforma dello sport che ha tolto il vincolo sportivo. Riguardo questo punto, poche adesioni ma l’idea da parte di tutti di pensare a una programmazione pluriennale dalla prossima stagione per far sì che le società abbiano la possibilità di lavorare. Premiando, ad esempio, le società più virtuose.

Marco Sala, dg della Leon, ha sottolineato anche come molte società di Eccellenza lavorino già a favore dei giovani. Con delle Juniores regionali pure che porteranno i giovani in Prima squadra a tempo debito.

La riunione ha poi visto un altro fronte comune: la promessa di ritrovarsi più spesso per confrontarsi riguardo le problematiche e i temi del mondo del calcio dilettantistico.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui