Eccellenza, il pagellone del girone d’andata – Le rimandate

Festa Meda dopo il successo sull'Oltrepò

Terminato il girone d’andata è tempo di tracciare un primo bilancio di quanto messo in mostra fin qui dalle squadre del girone A di Eccellenza. Queste le squadre che sono state rimandate dalla redazione di paolozerbi.com.

Calvairate

Il voto, se ci fosse, sarebbe alto come conferma anche il pareggio dell’ultima giornata contro il Saronno. Che però tiene fuori la formazione di Alberto Motta dai playoff in un finale in calando. L’esame di maturità fu al Fortunati di Pavia, non superato (nonostante la prestazione) e da lì qualcosa si è inceppato.

Caronnese

Sempre difficile digerire una retrocessione. Specialmente dopo più di un decennio trascorso (praticamente sempre) ai vertici della Serie D. Ancor più difficile da fare con una nuova proprietà e con una rosa molto rinnovata. La stagione è buona, forse un po’ troppo andarivieni di giocatori che spiega, probabilmente, l’attuale settimo posto. Ora con Migliavacca non può più nascondersi, almeno per i playoff.

Ardor Lazzate

Se ci fosse stata l’impresa in Coppa Italia il parere sarebbe stato differente, l’Ardor Lazzate però ha vissuto sull’ottovolante la sua stagione in campionato. Giangaspero, quando c’è stato, ha tenuto a galla i gialloblù dai quali però era lecito aspettarsi qualcosa in più.

Casteggio

Cinque punti di vantaggio sui playout, un bottino rassicurante per i quali i pavesi, probabilmente, avrebbero messo la firma a inizio stagione. Eppure… Un inizio di annata coi fiocchi, poi il crollo. Tanto che in stagione c’è già stato un cambio in panchina e che la vittoria sulla Sestese ha permesso di porre fine alla serie infinita senza successi.

Castanese

Lecito aspettarsi qualcosa in più da una squadra che ha nelle sue file il capocannoniere del girone. Gli 11 gol di Antonio Salom andavano sfruttati meglio, invece ad oggi sarebbero playout.

Accademia Pavese

Decima stagione in Eccellenza e sembra essere quella più difficile. Squadra quadrata, in pieno stile Omar Nordi, ma anche qualche difficoltà di troppo a segnare. I gol di Francesco Zani tengono lì i biancorossi, chiamati però a qualcosa di più.

Meda

Terzultimo posto in campionato, vero, ma con l’ultimo successo in campionato ad oggi sarebbero playout e non retrocessione diretta. Non poca cosa per una squadra che a metà agosto non era ancora certa del ripescaggio. Un fattore che ha condizionato la prima parte di stagione, infortuni (quasi in stile Milan) compresi. I veterani come Omar Laribi e Davide Mazzini hanno saputo tener compatto il gruppo, gli ultimi innesti danno ulteriore fiducia in vista del girone di ritorno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui