Derthona: traballa la panchina di Daidola

Sei punti nelle ultime dodici partite. Questo il cammino da incubo del Derthona, che dopo la vittoria nel derby con la Vogherese all’ottava giornata era seconda in classifica alle spalle dell’Alcione e tre mesi più tardi si riscopre a un passo dal baratro. Dopo la sconfitta sul campo del Pont Donnaz, infatti, i leoni sono precipitati in zona playout a pari punti con la Sanremese, che a differenza dei piemontesi sembra in netta ripresa.

Normale quindi che la società bianconera cominci a fare delle valutazioni sull’operato dell’allenatore Fabrizio Daidola, anche perché in questi tre mesi horror sono stati falliti ben quattro scontri diretti per la salvezza: i pareggi contro Fezzanese (in trasferta) e Alba (in casa), il ko di domenica in Val d’Aosta e il preoccupante pareggio interno contro il fanalino di coda Borgosesia, l’unico punto conquistato dai granata nelle ultime nove giornate del girone d’andata.

Sabato alle ore 15:00 al Coppi arriva la Sanremese per un altro scontro salvezza. La società non lascia trapelare nulla, ma stando a quanto raccolto dalla nostra redazione, in caso di sconfitta potrebbe essere l’ultima partita per Daidola sulla panchina bianconera. Anche se il momento potrebbe essere quello meno indicato per un cambio in panchina, visto l’impegno infrasettimanale di mercoledì prossimo, il calendario non offre ulteriori margini di errore a Manasiev e compagni, considerando che le partite successive saranno quasi tutti scontri diretti: Chieri, Pinerolo, Gozzano, Lavagnese e Vogherese, inframezzati soltanto dal Chisola. Se non svoltano subito, per i leoni potrebbe essere troppo tardi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui