Asti, ricorso contro il Varese… per il numero di maglia

Uno scatto di Città di Varese-Asti (foto Ezio Macchi)
Uno scatto di Città di Varese-Asti (foto Ezio Macchi)

L’Asti ha comunicato attraverso il proprio sito ufficiale di aver presentato ricorso contro il Città di Varese dopo la partita di domenica. Sul campo la gara è stata vinta dal Varese con un netto 3-0, ma il Giudice Sportivo potrebbe ribaltare tutto.

Quale il motivo del contendere? Il numero di maglia di Simone Musumeci, da poco arrivato sotto il Sacro Monte. Musumeci era in distinta con il numero 14, mentre è entrato in campo con la maglia numero 23. Ammonito dal direttore di gara durante il match, la questione potrebbe portare alla sanzione della sconfitta a tavolino.

Il precedente c’è ed è capitato in Seconda categoria come riportato da Venetogol (CLICCA QUI).

Il comunicato dell’Asti

L’A.S.D Asti comunica di aver trasmesso richiesta di diniego di omologa della partita disputata in data di ieri, 28 gennaio, tra Città di Varese e Asti, in quanto, nel secondo tempo della gara, nella squadra avversaria ha fatto ingresso sul terreno di gioco il numero 23, mai indicato in distinta. Nel corso della gara lo stesso giocatore è stato ammonito dall’arbitro per un fallo di gioco.

La nostra Società ha indicato quale difensore lAvv. Davide Gatti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui