Andrea Baretti: “Papà appoggia Alberto Pasquali”

Andrea Baretti, dg del Crema e figlio di Giuseppe Baretti
Andrea Baretti, dg del Crema e figlio di Giuseppe Baretti

Nella sfida a distanza che porterà, sabato 9 gennaio, alle elezioni per il nuovo presidente del CRL, scende in campo anche Andrea Baretti. Il figlio del presidente Giuseppe Baretti, in un’intervista uscita questa mattina (sabato 2 gennaio) sulla Gazzetta di Mantova (qui il link per l’intervista completa), ha preso una posizione netta e chiara. “Papà è con Pasquali. Tavecchio? È un problema in più e anche papà Giuseppe si sarebbe posto davanti a quel progetto che è il vero pericolo per chi vuole il bene del Comitato Regionale”.

La chiamata di inizio dicembre

Andrea Baretti torna su quanto successo a inizio dicembre. La chiamata di Giuseppe Baretti al figlio poco prima di entrare in ospedale (dove, fortunatamente, non è rimasto a lungo). “Chi dice che Giuseppe non avrebbe mai chiesto una deroga mente. Consideriamo quelle parole una grande delusione. La verità fu detta da Paolo Loschi e siamo veramente dispiaciuti che abbia subito degli attacchi pesanti. Nessuno ha mai chiesto a mio cosa pensava dell’idea di avere un po’ di tempo in più. E sì, posso dirlo, i non dimissionari sono stati una delusione”.

Il futuro del calcio lombardo

Andrea Baretti è chiaro anche su un’altra questione importante: “Il calcio lombardo non avrebbe perso peso politico se avesse votato in deroga. È il periodo decisivo per le poltrone a Roma? Ora bastano i delegati, per le poltrone si può sempre andare da un mobiliere”. Giuseppe Baretti ha comunque seguito sempre le parole dei due candidati: “Si è sempre informato. E ribadisco la sua posizione. Per indole, etica e cultura è dalla parte di Alberto Pasquali”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui